Nòvas d’Occitània    Nòvas d'Occitània 2013

invia mail   print document in pdf format Rss channel

Nòvas n.125 Lulh 2013

Artisti girovaghi incontrano lingue madri e musiche, storie di Valli Orco e Soana, Val Susa e Val Sangone

D’artistas viraires rescontron lengas maires, músicas e estòrias de las Valadas Orco e Soana, Val Dueira e Val Sangon

Carovana Balacaval, la cultura viaggia in carrozza

Artisti girovaghi incontrano lingue madri e musiche, storie di Valli Orco e Soana, Val Susa e Val Sangone
italiano

La Carovana Balacaval, il viaggio lento di un gruppo di artisti con carrozze e cavalli, arriva nelle Valli Orco e Soana il prossimo 3 luglio e in Val di Susa e in Val Sangone il prossimo 10 luglio; gli artisti sono partiti a fine aprile da Benevagienna, in provincia di Cuneo, hanno attraversato astigiano, vercellese, novarese giungendo nel varesotto ai confini con la Svizzera; dopo aver percorso, nel mese di giugno, biellese e canavese, arriveranno fra pochi giorni alla base della Valle di Susa, per svolgere un'originale servizio di sportello linguistico itinerante. Come già in passato, gli artisti nomadi sono stati veicolo di lingue, musiche, consuetudini, contribuendo a quella trasformazione continua che di fatto è la tradizione di qualsiasi popolo, la Carovana attraverserà le valli facendo incontrare il suo bagaglio raccolto nei viaggi precedenti con musiche, storie e le lingue madri del territorio: occitano, francoprovenzale e francese. Ecco gli appuntamenti: Locana (3-4 luglio), Pont Canavese (6-7 luglio), Avigliana (11-12 luglio), Condove (13-14 luglio), Susa (16 luglio), Chianocco (18-19 luglio), Mompantero (23 luglio), Venaus (25-26 luglio), Giaglione (28 luglio), Novalesa (31 luglio). Sono le prime date di un tour che andrà avanti fino a inizio settembre: dal 3 al 31 luglio nei paesi francoprovenzali delle Valli Orco e Soana, poi Valle di Susa e Val Sangone; dal 1 agosto al 7 settembre nei paesi occitani dell’Alta Valle Susa. Nei luoghi di sosta le quattro carrozze disposte a semicerchio creeranno un'ambientazione di eccezione, con carro-palco e carro-bar, luci colorate e soffuse, per spettacoli di musica e teatro, serate da ballo, proiezioni e cine-concerti. Alla carrozza bar saranno disponibili le informazioni sulle lingue delle minoranze, con la possibilità di consultare via web la sezione “A temp de lengas: Enti in rete: legge 482/99” che contiene filmati audio e video di testimoni delle lingue madri delle minoranze linguistiche storiche della Provincia.

Per l'occasione la Carovana Balacaval ha prodotto uno spettacolo di nuova creazione intitolato "La Carovana vai amont", storie, canti e musiche delle minoranze occitana, francoprovenzale e francese: la Carovana, nel suo lento procedere, ascolta storie e leggende delle vallate alpine e le ripropone nello spettacolo in modo originale in cui si intrecciano canti d'amore, filastrocche e ballate, curente, polche ma anche antiche leggende, storie di donne, bambini, uomini e eroi che sulle montagne sono passati, hanno vissuto, vivono ancora. A questo si aggiunge il ricco bagaglio di spettacoli del repertorio Balacaval: le serate di ballo folk, le proiezioni di film muti musicate dal vivo, il concerto di musiche dal mondo, e momenti di animazione per i bambini che riempiranno un fitto e variegato calendario di eventi.

Il viaggio verrà anche documentato via web attraverso il Balacanal, canale video che racconterà giocosamente l'incontro dei Balacaval con gli abitanti delle valli e che verrà proiettato nelle piazze.

Il progetto è promosso dalla Provincia di Torino e finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nell'ambito del Programma degli interventi previsti dalla legge 15 dicembre 1999 n. 482: "Norme per la tutela delle minoranze linguistiche storiche" coordinato dall'Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte.

occitan

La Carovana Balacaval, lo viatge pasi d’un tropèl d’artistas qu’avançon embe carroças e cavals, arriba dins las Valadas Orco e Soana lo 3 de julhet e en Val Dueira e Val Sangon lo 10 de julhet. Lo viatge es já lòng: son partits a la fin d’abril da Benevagienna en província de Coni, an traversat l’astijan, lo vercelés, lo novarés per arribar ental varesòt a la bòina de la Soïssa; lo mes de Sant Joan an passat lo bielés e lo canavés e aüra tacarèn la Val Dueira (franc-provençala e occitana) per un servici, chamin fasent, de guichet linguístic.

Lo far virar las lengas, las músicas, las tradicions, fai part de lor estòria perqué tot aquel mesclar fai viure e renovèla la cultura de tuchi lhi pòples. Ben pr’aquò la Carovana virarè aquelas valadas per far rescontrar la richessa culhia dins lors viatges e la richessa d’aquilhi pòsts: l’occitan, lo franc-provençal e lo francés.

Tant per començar son las comunas franc-provençalas de Locana (3-4 de lulh), Pont Canavese (6-7 de lulh), e après de Avigliana (11-12 de lulh), Condove (13-14 de lulh), Susa (16 de lulh), Chianocco (18-19 de lulh), Mompantero (23 de lulh), Venaus (25-26 de lulh), Giaglione (28 de lulh), Novalesa (31 de lulh), e après, dal 1 d’avost al 7 de setembre, amont dins lhi país occitans de l’auta Val Dueira (la Val d’Ols). Quora carretons e cavals fan sosta comença l’animacion: las carroças en cèrcle per abaronar tot e tuchi, las caroças palc e bar que tacon lor activitat, clars clolorats e dòutz, espectacles de música e teatre, danças , projeccions e cine-concèrts. A n’aquò de la carroça bar én polerè trobar d’informacions sus las lengas minorizadas e veire en web lo sector “A temp de lengas: Ents en ret: lei 482/99”, ric de filmats e sonòrs embe lhi testimònis de las lengas maires dal territòri.

Per l’ocasion la Carovana Balacaval a creat un novèl espectacle "La Carovana vai amont": estòrias, chants e músicas de las minoranças occitana, franc-provençala e francesa. La Carovana vai plan planet e ben pr’aquò poncha l’aurelha, escòuta estòrias e còntes de las valadas e tequí, las buta en scena a sa maniera, ente tot s’encrosea: amor, filastròcas, chants, baladas, correntas, polcas, mas decò estòrias fantasiosas, estòrias de fremas, mainats, òmes e eròis que sus las montanhas son passats, an viscut, vivon encara.

Naturalment es pas tot aquí, aquò es mec n’ajonta a tota la resta dal repertòri Balacaval: lo bal fòlc, lo cine-concèrt, lo concèrt de músicas dal mond, las animacions per mainaas, ...

Aquel viatge serè documentat en telaranha sal canal Balacaval e, chamin fasent, serè projectat sus las plaças per contar aquilhi jaiós rescontres embe la gent de nòstras valadas.

Lo projèct es volgut da la Província de Turin e financiat da la Presidença dal Conselh di Ministres per lo Programa de la Lei 15 desembre 1999 n. 482: "Normas per la tutèla de las minoranças linguísticas estòricas" coordinat da l'Assessorat a la Cultura de la Region Piemont.


Condividi