Nòvas d’Occitània    Nòvas d'Occitània 2014

invia mail   print document in pdf format Rss channel

Nòvas n.131 Genoier 2014

Non ne usciamo più 2: Tanto tuonò che piovve!

Ne'n sortem pus 2: Tant tronet que plovet!

di Giacomo Lombardo

Non ne usciamo più 2: Tanto tuonò che piovve!
italiano

La Regione Piemonte andrà a nuove elezioni?

La sentenza del Tar Piemonte è finalmente arrivata e Cota andrà a casa a causa di una lista irregolare.

Pare incredibile che per pervenire a questo evidente atto ci siano voluti 4 anni e quindi Cota ha governato tutti questi anni senza averne titolo.

Ai tempi delle problematiche sorte negli Stati Uniti a seguito dei conteggi per l’elezione Gore-Bush ci vollero poche settimane per ricontare milioni di voti e per prendere una decisione definitiva. Altro Paese, altra serietà, altro senso dello Stato!

Naturalmente tutto questo non fa scandalo visto quello che è successo con il “porcellum”. Anche qui era ben evidente che privare il cittadino del diritto di scegliere i propri rappresentanti non poteva essere considerato atto legittimo; ma faceva comodo alle segreterie dei partiti nominare ossequienti parlamentari. E l’abbiamo avuto per anni, prima che la magistratura se ne accorgesse…..

Questa è l’Italia!

In Italia c’è un governo che da quasi un anno va avanti per annunci. Non si vede il lavoro fatto….perché non c’è... E forse è meglio così visto i risultati dei pochi atti portati a termine.

Poco lavoro dei politici (quelli che contano) e molto lavoro di pessima qualità della burocrazia romana che passa da una figuraccia all’altra: scarsa professionalità e scarsa conoscenza dei problemi del territorio.

D’altra parte come potrebbe diversamente essere? Tutte le riforme devono superare lo sbarramento berlusconiano e qui si ferma praticamente tutto quello che è contro certi interessi. Pensiamo solo alla vendita delle frequenze televisive di cui non si parla più e che pare frutterebbero 2-3-4 miliardi di euro a questo Stato perennemente affamato di entrate. Pensiamo alle migliaia di società, più o meno inutili, partecipate dagli enti pubblici, dove sono sistemati i raccomandati dei partiti, che costano allo Stato cifre consistenti, ma ben nascoste, per il ripianamento dei relativi bilanci. O agli enti inutili la cui soppressione è stata decisa da anni ma che non vengono soppressi…..O alle fondazioni, per queste i soldi ci sono, che fanno capo a potenti uomini politici. O ai superstipendi di molti burocrati dello Stato.

Queste sono le palle al piede che ha l’Italia e che drenano risorse che andrebbero riversate sullo sviluppo togliendole dall’inefficienza del sistema paese e dalle rendite parassitarie. Tutti privilegi inattaccabili se non con azioni forti che nessun politico oserà mai fare.

Non se ne esce più!

Tornando al Piemonte.

Questa sentenza giunta dopo 4 anni dà l’idea dello sfascio al quale è giunta la nostra Giustizia (che continuiamo a scrivere con la maiuscola) a causa di procedure che si direbbero fatte apposta per scoraggiare le persone oneste, con conseguente discredito agli occhi dell’opinione pubblica (non meno delle altre istituzioni: classe politica in testa dove anche le persone serie che pur lavorano con dedizione e passione sono accumunate a quelle coinvolte nella ragnatela del malaffare, trasversale ormai a tutte le forze politiche).

Ormai la gente è convinta, e in buona parte con ragione, che chi fa politica lo faccia per intrallazzare ed arricchirsi. Basta vedere gli scandali che giornalmente vengono alla luce. E quanti rimangono nascosti?

Come siamo potuti arrivare a questo punto? Come ha potuto la sinistra italiana tradire gli storici valori di giustizia, fratellanza, senso del dovere, rispetto delle istituzioni democratiche che erano parte fondante e caratteristica di ogni militante?

I parlamentari del PCI per anni (ma siamo nella preistoria..) lasciavano buona parte della loro remunerazione (che già era decisamente bassa rispetto all’attuale) al Partito che la usava per FARE POLITICA.

Impensabile al giorno d’oggi.

La politica era LA VITA per molti: era impossibile che un parlamentare PCI potesse sposarsi con una parlamentare DC..... La politica era anche condivisione fino in fondo di valori e di vita che non permetteva compromessi.

Ma in Italia l’etica e questi valori sono diventati se non merce rara, almeno sentimenti nascosti.

I nuovi valori sono quelli propinati dalle televisioni commerciali che sono state prontamente seguite da quelle pubbliche: veline e calciatori!

Il nascente asse Renzi-Berlusconi costituirà l’angosciate fine della sinistra senza che si riesca a capire, per ora, quale sarà il nuovo modello politico. Ma forse qualcuno ce l’ha ben chiaro…

D’altra parte è impensabile un predominio della sinistra senza un lungo lavoro preventivo di rifondazione della stessa, regione per regione, sezione per sezione, ridando entusiasmo, idealità, obiettivi, ai militanti. Se questa specie esiste ancora!

E chi ne ha voglia? Sarebbe una grande operazione ma anche un grande lavoro.

Lavoro? Che roba è?

Tornando alla giunta Cota. Cosa succederà ora?

Naturalmente Cota tenterà un inutile ricorso al Consiglio di Stato tanto per restare al governo il più possibile e, visti i tempi, solo un miracolo potrà fare in modo di votare per le regionali in concomitanza con le comunali e le europee. Ci sarà, in questo caso, un altro turno elettorale: alla faccia del risparmio…..

Nel frattempo cosa succederà? La Giunta Cota dovrebbe governare solo in regime di normale amministrazione: ma nessuno ha mai stabilito esattamente cosa significhi.

Si dovrà approvare il Bilancio 2014 della Regione Piemonte e questo pare difficile senza un accordo con la minoranza. E poi? Vedremo…

Ma di questa povera Italia qualcuno si interessa?

occitan

La Region Piemont anarè a de nòvas eleccions?

La sentença dal Tar Piemonte es finalament arribaa e Cota se'n anarè a causa d'una lista irregulara. Pareis incredible que per arribar an aqueste acte evident aie chalgut 4 ans e parelh Cota a governat tuchi aquesti ans sença n'aver lo títol.

Ai temps des problemàticas naissuas enti Estats Units per après hli comptatges per l'eleccion Gore-Bush a chalgut pauc de setmanas per tornar comptar milions lhi vots e per pilhar una decision definitiva. Autre país, autra serietat, autre sens de l'Estat!

Naturalament tot aquò a pas fach escandal, vist çò que s'es passat embe lo 2porcellum”. Decò aquí era ben evident que privar lo citadin dal drech de chausir si representants polia pas èsser considerant un act legítim; mas fasia còmod a las secretarias di partits nominar de parlamentaris obsequients. E l'avem agut per d'ans, derant que la magistratura se'n avisesse...

Aquesta es l'Itàlia!

En Itàlia lhi a un govèrn que da esquasi un an vai anant per anoncis. Se ve pas lo trabalh fach... perque lhi es pas... E benlèu es mielh parelh vist lhi resultats di gaire acts portats a conclusion. Gaire trabalh da part di polítics (aquilhi que compton) e un baron de trabalh de marria qualitat dea part de la burocracia romana, que passa da una marria figura a l'autra: escarsa professionalitat e escarsa conoissença di problèmas dal territòri.

D'autre cant coma poleria èsser diversament? Totas las reformas devon sobrar l'esbarrament berlusconian e aquí se fèrma practicament tot aquò qu'es còntra cèrti interès. Pensem masque a la vènda des frequenças televisivas dont se parla pus e que pareis que frucharion 2-3-4 miliards d'euro an aqueste estats perennement afamat d'intradas. Pensem ai miliers de societats, mai o menc inútilas, participaas da lhi ents públics, ente son sistemats lhi racomandats di partits, que coston a l'Estat pas mal d'argent, mas ben estremat, per lo replanament di relatius bilanç. O a lhi ents inútils dont la supression es estaa decidua depuei d'ans, mas que venon pas suprimuas... O a las fondacions, per aquestas lhi sòpuds lhi son, que fan cap a de potents òmes polítics. O ai sobre-estipendis de tanti burocrats de l'Estat. Aquestas son las balsa al pè de l'Itàlia, que drenon de ressorsas qu'anarion reversaa sal desvolopament en las gavant a l'ineficença dal sistèma país e da las rendas parassitàrias. Tuchi de privilègis inatacables se ren embe d'accions fòrtas que degun polític encalarè jamai far.

Ne'n sortem pus!

En tornant al Piemont.

Aquesta sentença arribaa après quatre ans dona l'idea dal desfaissament al qual es arriba nòstra Justícia (que continuem a escriure embe la majúscola) a causa de proceduras que én diria fachas exprès per descoratjar las personas onestas, embe lo consequent discrédit ai uelhs de l'opinion pública (ren menc des autras institucions: classa política en tèsta, ente mesme las personas seriosas que trabalhon embe dedicion e passion son acomunaas an aquelas mesclaas a la telaranha dal malafar, d'aúra enlai trasversal a totas las fòrças políticas).

D'aüra enlai la gent es convinçua, e en bòna part a rason, que qui fai política lo face per machivelear e s'enrichir. Basta veire lhi escandals que sòrton fòra chasque jorn. E qué tanti reston estremats? Coma sem polguts arribar ana questa mira? Coma a polgut la manchina italiana tradir las valors istòricas de justícia, frairança, sens dal dever, respèct des institucions democràticas qu'eron partia fondanta de chasque militant?

Lhi parlamentars dal PCI per d'ans (sem a la preistòria...)laissavon bòna part de lor remuneracion (que já era decisament pus bassa per rapòrt a l'actuala) al partit que l'adobrava per FAR POLÍTICA.

Impensable al jorn d'encuei.

La política era LA VITA per tanti: era impossible que un parlamentar dal PCI polguesse mariar-se embe una parlamentara DC... La política tanben condivision da fons de valors e de vita que permetia pas de compromés.

Mas en Itàlia l'ètica e aquestas valors son vengut de mèrça rara, almenc de sentiments estremants. Las nòvas valors son aquelas donaas da las televisions comercialas que promptament son estaas seguias d'aquelas públicas: velinas e cauçadors!

L'ax naissent Renzi-Berlusconi serè la fin angoissanta de la manchina sensa qu'én arribe a capir, per aüra, qual serè lo nòu modèl polític. Mas benlèu qualqu'un l'a ben comprés...

D'autre cant es impensable un predomini de la manchina sença un lòng trabalh preventiu de refondacion de la mesma, region per region, seccion per seccion, en redonant d'eslanç, d'idealitat, d'objectius ai militant. Se aquesta espèç exist encara!

E qui ne'n a vuelha? Seria una granda operaccion mas decò un gròs trabalh.

Trabalh? Qué ròba es?

En tornant a la jonta Cota. Çò que la se passarè aüra?

Naturalament Cota temptarè un inútil recors al Conselh d'Estat tant da restar al govèrn lo mai possible e, vists lhi temps, masque un miracle polerè far en maniera de votar per las regionalas en concomitança embe las comunalas e las europèas. Lhi aurè, en aqueste cas, un autre torn electoral: a la faça dal resparmi...

Entrementier çò que la se passarè? La jonta Cota deuria governar masque en regim de normala administracion: mas degun a jamai establit exactament çò que vòle dir.

Chalerè aprovar lo bilanç 2014 de la Region Piemont e aquò pareis de mal far sensa un acòrdi embe la minorança. E puei? Veirèm...

Mas d'aquesta paura Itàlia qualqu'un s'interèssa?


Condividi