Portal d’Occitània    Letteratura occitana

invia mail   print document in pdf format

Pietro Antonio Bruna Rosso - Poesie

Fai in fretta

Fai fito

poesia di Pietro Antonio Bruna Rosso - Elva (Valle Maira)

Fai in fretta
italiano

Fai in fretta Maria

La danza è finita

il giorno perde il chiaro

da tua madre non farti sgridare.

Questa sera c’è luna

ne danza ancora qualcuna.

Maria danzando

dimentica i pensieri

tra le braccia di Giovanni

faceva girare la sua gonna.

Quando il ballo è finito

e tutti sono andati via

Giovanni era in braccio ad Annetta

a lasciato Maria soletta

che ben dispiaciuta

ha preso la scorciatoia nei prati.

Ma un’ombra nera,

dietro un cespuglio,

le ha fatto venire i brividi,

aveva poco coraggio

ben forte sentiva un rumore

veloce, veloce chiama la mamma

e sulla sua schiena una bastonata.

Maria chiedeva perdono

la madre usava il bastone,

La madre sempre gridava

Maria pentita piangeva

il suo primo dolore

procurato dall’amore.

occitan

Fai fito Maria

la dança es finia

lo jorn perd lo clar

da ta maire fa-te pas criar.

Estossera fai luna

ne dança encara quarqu’una.

Maria en dançant

a desmentiat lo pensant,

en braç a Joanin

fasia virar son cotin.

Quand lo bal a finit

e tuchi son partits

Joanin en braç a Neta

a laissat Maria soleta

que ben desolaa

a pres l'escorcha enti prats.

Mas n'ombra niera

darreire un boisson,

ilh a fach venir des frissons,

avia gaire de coratge

ben gròs sentia un tapatge

fito, fito chama mamà

e sus s'eschina na bastonaa.

Maria chamava perdon

la maire usava lo baston,

la maire sempre criava

Maria pentia plorava

son prim dolor

procurat da l'amor.