Portal d’Occitània    Letteratura occitana

invia mail   print document in pdf format

Pietro Antonio Bruna Rosso - Poesie

La treccia di Marietta

La treça de Marieta

poesia di Pietro Antonio Bruna Rosso - Elva (Valle Maira)

La treccia di Marietta
italiano

Il raccoglitore di capelli ha tagliato,

la bella ragazza

ha la testa rasata

Allo specchio si è guardata

piengendo i ruoi ricciolini,

se ne è andata la sua beltà

al taglio delle forbici.

Alla Messa non si osa andare,

il fazzoletto alla friulana,

vede qualcuno si va a nascondere

e perde la testa.

Una veste per la Messa,

una stoffa a fiori,

in cambio della sua treccia,

il raccoglitore di capelli le ha dato.

Che le dirà il suo moroso

nel vedere quella zucca pelata?

Incolpa sua madre

che male l’ha consigliata.

L’ama sempre Giovanni,

I capelli torneranno di nuovo

al solletico dei ricciolini

gli farà tanti bacini.

Non piangere Marietta

la treccia biondina

farà da parrucca

a una bella inglesina.

Era cosa crudele,

nei tempi passati,

il vedere le belle ragazze

con la testa rasata.

occitan

Lo chabelhier a talhat,

la bela mendieta

a la testa pelaa

A l’espech ilh s’es beicaa

en plorant lhi siei rissolins,

es anaa via sa beltat

al talh di estosoirins.

A la Messa se gena anar,

lo mochet a la furlana,

ve quarqu’un vai s’estremar

e perd la tramontana.

Na vesta per la Messa,

d’estòfa florejaa,

en chambi de sa treça,

lo chabelhier a donat.

Que lhi dirè son calinhaire

veient aquela soca pelaa?

Encolpa sa maire

que mal l’a conselhaa.

L’ama sempre Joanin,

lhi chabelh torneran venir

al gatilh di rissolins

lhi farà tanti basins.

Plora pas Marieta

la treça blondina

fasarè la perruqueta

a na bela englesina.

Era còsa crudela,

enti temps passats,

al veire las jòlias filhas

abo la soca pelaa.