Portal d’Occitània    Letteratura occitana

invia mail   print document in pdf format

Pietro Antonio Bruna Rosso - Poesie

L’acqua scorreva

L’aiga corria

poesia di Pietro Antonio Bruna Rosso - Elva (Valle Maira)

L’acqua scorreva
italiano

Irrigavo il Clotàs,

Maria andava a spasso,

le ho dato il braccio.

L’acqua scorreva nel prato

su una pietra ci siamo seduti,

tenendoci abbracciati.

C’era un fiore rosso,

raccolto nella sommità del prato,

Mi parlava con voce dolce

Piano piano mi diceva

mentre l’acqua scorreva:

La vita triste sarebbe,

se non avessimo fiori;

se mancasse il calore del sole,

sarebbe un mondo di dolore.

Gli ho detto che Nostro Signore

pieno di bontà e d’amore,

ha anche creato le ragazze dei fiori.

La loro beltà, grazia e sorrisini

per i giovani sono il destino,

dove mancano la vita è un dispiacere”.

Quello che le dicevo ascoltava,

dal rivo l’acqua esondava,

E le sue scarpette bagnava.

I chiusini ho cambiato

per irrigare tutto il prato.

Maria aveva i piedi bagnati.

L’acqua nel prato correva

Maria è andata via:

addio poesia.

Solo sono stato

ben afflitto.

L’acqua scorreva intorbidita ...

occitan

Abealavo lo Clotàs,

Maria anava a espàs,

lhi ai donat lo braç.

L’aiga corria ‘ntal prat,

sus na peira se siem assetats,

tenent-se enbraçats.

Lhi avia na flor rossa,

culhia ‘ntal prat a la chimossa,

Me parlava abo vos douça.

Plan planet me disia,

dal temp que l’aiga corria:

La vita trista seria,

se auguesse pas de flors;

se manquesse dal solelh la chalor,

seria un mond de dolor.

Lhi ai dich que Nossenhor

plen de bontat e d’amor,

a decò creat las filhas de flors.

Lor beltat, gràcia e sorrisins,

per lhi joves son lo destin,

ent mancon la vita es un sagrin”.

quò que lhi disio escotava,

da la bealiera l’aiga desbordava,

e si chaucierets trempava.

Lhi estanhairòls ai chambiat

per abealar tot lo prat.

Maria avia lhi pès banhats.

L’aiga ‘ntal prat corria

Maria es anaa via:

adiu poesia.

Solet siu estat

ben sagrinat.

L’aiga corria trebolaa...