Portal d’Occitània    Letteratura occitana

invia mail   print document in pdf format

Pietro Antonio Bruna Rosso - Poesie

Vecchia stagione

Vielha estajons

poesia di Pietro Antonio Bruna Rosso - Elva (Valle Maira)

Vecchia stagione
italiano

Vecchia stagione, la terra spogli

e fai cambiare colori,

i fiori vuoi spogliare,

porti melanconia, porti dolori.

Vecchia stagione stregata

che predici la sorte!

Cadono le foglie alla tua ombra nera,

tu sai di tomba, tu sai di morte

Foglie cadete per farmi chiaro?

La mia vista va lontano:

volete farmi vedere la via dove passare

quando mi chiamano da lassù?

Dal cimitero vedo le Croci

la chiesetta vicina,

nel mio orto ci sono solo ceppi,

del corvo sento il canto.

Giovinezza, dove sei andata? ...

Giammai farò ritorno,

nelle ceneri non hai lasciato una favilla

per farla riccendere un giorno.

occitan

Vielha estajons, la terra desabilhes

e fas chambiar colors,

las flors vòs despulhias,

pòrtes melanconia, pòrtes dolors.

Vielha estajon sorciera

que predies la sòrt!

Tombon las fuelhas a ta ombra niera,

tu sas de tomba, tu sas de mòrt


Fuelhas tombaas per far-me clar?

Ma vista da luenh vai:

voletz far-me veire la via da passar

quand en chamon per de lai?


Del cementieri veu las Crotz

la gleiseta ben da cant,

en mon òrt a masque de troç,

dal corbàs sento lo chant.


Jovinessa, ent sies anaa? ...

Jamai farès retorn,

ent las cenres na belua as pas laissat

per far-lo reviascolar un jorn.