Portal d’Occitània    Letteratura occitana

invia mail   print document in pdf format

Pietro Antonio Bruna Rosso - Poesie

Vieni ancora

Ven encà

poesia di Pietro Antonio Bruna Rosso - Elva (Valle Maira)

Vieni ancora
italiano

È tornata una rondine:

Buone nuove, l’inverno se ne è andato!

Vieni anche te bella elvesina,

Che a vent’anni ti ho ben amato!

Torna ancora al nostro paese,

Ricordando i giorni andati,

E se abbiamo già i capelli grigi,

Sono i fiori della nostra età.

Vieni ancora con la veste rosa,

Che portavi a quel tempo,

Con te la mia mente riposa

E il mio cuore è ben felice.

La mia gioventù si puo dir morta,

Ma non è morto il tuo ricordo

Vieni ancora a bussare alla mia porta,

Io ben lesto vengo ad aprirti.

Vieni ancora con la voce bassa

A chiamarmi mon cheri...

Vieni prima che il sole se ne vada

E io non sia ancora addormentato.

occitan

Ilh es tornaa na randolina:

Bònas nòvas, l’uvèrn se n’es anat!

Ven decò tu bèla elvolina,

Que a vint ans t’ai ben amaa!

Torna encà a nòst país,

En recordant lhi jorns passats,

E se avem já lhi chabelh gris,

Son lhi flors de la nòsta etat.

Ven encà abo la vesta ròsa ,

Que portaves en aquel temp,

Abo tu ma ment repòsa

E mon còr es ben content.

Ma joventut se pòl dir mòrta,

Mas es pas mòrt ton sovenir!

Ven encà picar ma pòrta,

Mi, ben leu, te vau durbir.

Ven encà e ‘bo la votz bassa

A chamar-me mon cheri…

Ven tu derant que lo solelh passa

E mi sie pas encà endurmit.