Portal d’Occitània    Letteratura occitana

Riccardo Colturi - Poesias

Autunno

Outeun

"Moun paî, ma lëngo e ma gen - Il mio paese, la mia lingua e la mia gente" - Poesie in lingua occitana di Riccardo Colturi

italiano

Stagione piena di fascino,

piena di colori;

stagione di cambio

di temperatura e di valore.

Stagione di raccolta

per il contadino:

stagione di fatica

per raccogliere la roba.

Stagione che annuncia

l'arrivo dell'inverno,

con la sua bianca neve,

nelle conche e sui dossi.

Autunno sei grande,

bello e piacevole,

e ci fai ben vedere

come il mondo va avanti.

Vi è un autunno per ogni cosa

anche per l'uomo, il cespuglio, la rosa,

è il corso della natura

che da sempre dura.

occitan

Sazoun pleino dë charmë,

pleino dë couŕoû;

sazoun de cingë

dë tëmpëŕatuŕo e dë vaŕoû.

Sazoun d'arcolto

par lë countadin;

sazoun dë fatiggo

par arbatâ lë butin.

Sazoun quë anounso

l'aribà dë l'ivêr,

abou sa blanchë neo,

din lou crô e sû lou serë.

Outeun tu sia gran,

bèl e plezan,

e tu fâ bien veiŕë

coumà lë moundë vai aŕan.

La lh'à un outeun par tout chozo

mai par l'ommë, pal boueisoun e la rozo,

l'î lë coursë dë la natuŕo

quë da tëjoû i duŕo.