Portal d’Occitània    Letteratura occitana

Riccardo Colturi - Poesias

Le stagioni

Lâ sazoun

"Moun paî, ma lëngo e ma gen - Il mio paese, la mia lingua e la mia gente" - Poesie in lingua occitana di Riccardo Colturi

italiano

Primavera tempo di risveglio

di tutta la natura

dalle piante alla coltura,

tutto fiorisce,

tutto si guarnisce.

Adesso arriva l’estate

momento di grande lavoro,

tutto si prepara a maturare

per poi farsi raccogliere.

Autunno momento di raccolto,

momento dai mille colori

le piante sembrano in fiore,

le foglie se ne vanno in terra,

tutto si spoglia anche il bosco.

Inverno stagione di riposo

per l’uomo e la natura

dopo quella corsa dura,

per poi prepararsi,

in primavera, a ricominciare.

occitan

Primmo moumen d’arvelhë

dë toutto la natuŕo,

dë lâ planta e la coultuŕo,

tout fluŕî,

tout së garnî.

Veuiŕo l’aribbo l’ità

moumen dou gran travà,

tout së prëpaŕo a meuiŕâ

par peui së fâ arbatâ.

Outeun moumen d’arcolto,

moumen dë lâ millë couŕoû

lâ planta sëmblan an floû,

lâ feullha van ou sô,

tout së dibillho, mai lë bô.

Ivêr sazoun d’arpàou

par l’ommë e la natuŕo

aprê quëllo courso duŕo,

par së prëpaŕâ,

dë primmo, a arcoumënsâ.