Chambra d'Òc    Catalogo d'oc

Catalogo d'oc

La ricchezza di Babele: politiche per la tutela delle minoranze linguistiche

La richessa de Babèl: políticas per la tutèla des minoranças linguísticas

di Walter Giuliano

edizioni: Chambra d'Òc

EUR 9.00


italiano

Esce per le edizioni di Chambra d’Oc, La ricchezza di Babele, di Valter Giuliano.

Senza pretese di saggio scientifico, il volume racconta il lungo percorso delle minoranze etnico linguistiche, dalle richieste della Carta di Chivasso del 1943, all’inserimento nella Carta costituzionale, alla faticosa promulgazione e poi attuazione della legge n. 482 del dicembre 1999.

Prendendo le mosse da questa storia l’autore traccia la successiva attuazione delle legge che sancisce, per dodici minoranze individuate come “storiche”, il riconoscimento di lingue del nostro Paese a fianco dell’italiano. «Dall’inizio degli anni Settanta - sottolinea Valter Giuliano - seguo l’attività che le lingue minorizzate hanno messo in campo, tra mille difficoltà, per rivendicare l’orgoglio culturale associato alle loro parlate, per decenni ingiustamente emarginate. Quando nel 1991 il loro riconoscimento sembrò essere a un passo dal successo, approfondii ulteriormente l’argomento con un viaggio nei territori di minoranza di cui raccontai sul mensile Alp e che ho voluto qui riprendere con gli aggiornamenti del caso».

Ma il volume racconta soprattutto il percorso svolto nell’attuazione della legge nazionale nel momento in cui l’autore si trovò a ricoprire l’incarico di assessore alla cultura per la Provincia di Torino. Dalla stretta collaborazione con la Regione Piemonte e con Chambra d’Oc è nato un progetto, tuttora attivo, che ha restituito orgoglio, dignità e visibilità alle lingue minoritarie del Piemonte, con numerose iniziative quali il sostegno ai soggetti locali nella pubblicazione di volumi, prontuari, vocabolari; l’organizzazione di momenti di incontro e di festa, con il rilancio delle musiche, dei canti e del teatro in lingua madre; l’esposizione delle bandiere nei Comuni; la creazione degli sportelli linguistici.

In questa intensa animazione del territorio giunse anche la ribalta internazionale delle Olimpiadi invernali di Torino 2006 con il culmine nella “citazione”, alla cerimonia inaugurale, di Sa Chanta a simbolo di occitano e francoprovenzale, le lingue della vallate olimpiche.

«Abbiamo sentito l’esigenza di mettere insieme e dar conto di tutto il lavoro che è stato fatto dopo la legge nazionale che ha riconosciuto come lingue d’Italia, per la nostra regione, il walser, l’occitano e il francoprovenzale - commenta Ines Cavalcanti delle edizioni di Chambra d’Oc - e il risultato rappresenta una fotografia degli sforzi ma anche degli ottimi risultati che sono stati ottenuti. Le valli francoprovenzali della provincia di Torino, ad esempio hanno ritrovato stimoli e slancio per la ripresa della lingua e tanti giovani si sono accostati e lavorano al nostro fianco».

Il volume, impreziosito dalle prefazioni del linguista Tullio De Mauro e dell’antropologo Annibale Salsa, nonché dalla presentazione dell’assessore regionale Antonella Parigi, mette altresì in evidenza i problemi aperti per una efficace politica di tutela linguistica e sottolinea le mancanze nei riguardi delle lingue ancora oggi negate. Non manca tuttavia di delineare nuove possibili prospettive per garantire un futuro alla diversità culturale che le lingue rappresentano e che appare oggi preziosa e minacciata non meno della biodiversità.

occitan

Salh per las edicions Chambra d’òc La ricchezza di Babele, de Valter Giuliano. Sensa pretencions d’ensag scientífic, lo volum cònta lo lòng percors des minoranças linguísticas, da las demandas de la Carta de Quivàs dal 1943 a l’inseriment dins la Carta Constitucionala, a la fatigosa promulgacion de la lei 482 dal desembre dal 1999.

En partent d’aquesta istòria l’autor traça la successiva actuacion de la lei qu’establís, per dotze minoranças reconoissuas coma “istòricas”, lo reconoissiment de lengas de nòstre país da cant a l’italian. «Dal començament di ans Setanta –remarca Giuliana – seguisso l’activitat que las lengas minorizaas an butat en champ, entre mila dificultats, per revendicar l’orguelh cultural associat a lors parlaas, per de decènnis injustament emarginaas. Quora ental 1991 lor reconoissiment es semelhat a un pas dal succès, ai aprofondit encara mai la lei nacionala dal moment ente l’autor s’es trobat a recurbir la charja d’assessor a la cultura de la Província de Turin. Da l’estrecha collaboracion embe la Region Piemont e la Chambra d’òc es naissut un projèct, encara actiu, qu’a restituït d’orguelh, de dignitat e de visibilitat as lengas minoritàrias dal Piemont, embe de nombrosas iniciativas coma lo sosten ai subjècts locals dins la publicacion de volums, recuelhs, vocabularis; l’organizacion de moments d’encòntre e de fèsta, embe lo relançament des músicas, di chants e dal teatre en lenga maire; l’exposicion des bandieras des Comunas, la creacion di esportèls linguístics».

Dins aquesta intesa animacion dal territòri es arribaa tanben la scèna internacionala des Olimpiadas uvernàlas de Turin dal 2006 embe l’apogèu de la citacion a la cerimònia inauguralade l’imne occitan Se Chanta a sím bol de l’occitan e lo francoprovençal, las doas minoranças des valadas olímpicas. « Avem sentut l’exigença de butar ensem e donar còmpte de tot lo trabalh qu’es estat fach après la lei nacionala qu’a reconoissut coma lengas d’Itàlia, per nòstra region, lo walser, l’occitan e lo francoprovençal – comenta Ines Cavalcanti de la Chambra d’òc – e lo resultat representa una fotografia di esfòrç, mas decò di excellents resultats que son estats obtenguts. Las valadas francoprovençalas de la província de Turin, per exèmple, an retrobat d’estímuls e d’eslanç per la represa de la lenga e tanti joves se son acostats e trabalhon a nòstre cant ».

Lo volum, apreciosit da las prefaccion dal linguista Tullio de Mauro e de l’antropològ Annibale Salsa, en mai que da la presentacion de l’assessor regional Antonella Parigi, buta decò en evidença lhi problèmas dubèrts per una política eficaça de tutèla linguística e soslinha las mancanças devèrs las lengas encara encuei negaa. Totun Manca pas de traçar de nòvas possiblas prospectivas per garantir un avenir a la diversitat culturala que las lengas representon e qu’encuei apareis preciosa e menaçaa ren menc de la biodiversitat.


La ricchezza di Babele -.Ed. Chambra d’oc – euro 9.00




Las espesas d'expedicion son calculaas en percentatge sus lo total de l'achat e second lo país de destinacion.I costi di spedizione sono calcolati in percentuale sull'importo totale dell'acquisto e in base al paese di destinazione.
quantità