franco-provenzale

Un canto dall'atmosfera fantastica e surreale. Il desiderio, poetico, di vedere come siano fatte le nuvole. La presenza universale e contemporanea delle differenze economiche e sociali. Si tratta di una nuova composizione, ad ulteriore testimonianza della vitalità di queste lingue, con lo spirito che permea tutto il progetto del gruppo: la creatività. Come danza è un circolo circassiano, ballo dalle origini nordiche ma ormai, per la semplicità delle figure e il coinvolgimento collettivo, diffusa in tutta Europa.

Voulò pia ‘n bot l’apparequiou,

Voulò poué voulà per vè ‘l nebbies d’andin.

Tchamà m’entaout fà a ‘n bal courbas,

Quial d’ajouc ou m’à dit “è vat lou papè”.

Oh sindic, dai fame ‘n papè,

Ma dai fame ‘n papè quë me veou voulà”.

Me lou papè t’lou fou prou

Ma ricouardete bin quë è vat ‘na punhà ‘d solt”.

O znhuri te famen piazi

Ma te fame’n piazi dame ‘na punhà ‘d solt”.

Gi steisou isì a ‘d’na ‘d solt a tuti

Me a st’ oura isì srì ja povrou me te”.

Voulò pia ‘n bot l’apparequiou,

Voulò poué voulà per vè ‘l nebbies d’andin,

Ma sensa la mia punhà’d solt

Min carou courbas me restou isì sout.

Min carou courbas se t’en quouentes la storia,

La storia dël nebbies d’andin,

Me an paga gi ‘t quouentou la quouenta,

Gi ‘t quouentou la quouenta d’in bal Blu L’Azard.

LE NUVOLE DA DENTRO

Volevo prendere una volta l'aeroplano, / volevo provare a volare per vedere le nuvole da dentro. / Ho chiesto come bisognava fare a un bel corvo, / lui da appollaiato mi ha detto: “Ci vuole il permesso”. / “Oh sindaco, dai fammi un permesso / ma dai fammi un permesso che io voglio volare”. / “Io il permesso te lo faccio anche / ma ricordati che ci va una manciata di soldi”. / “Oh signore fammi un piacere / ma fammi un piacere, dammi una manciata di soldi”. / “Rimanessi qui a dare soldi a tutti / io a quest'ora sarei già povero come te”. / Volevo prendere una volta l'aeroplano, / volevo provare a volare per vedere le nuvole da dentro. / Ma senza la mia manciata di soldi / mio caro corvo resto qui sotto. / Mio caro corvo se racconti la storia, / la storia delle nuvole da dentro / io in cambio ti racconto la storia, / ti racconto la storia di un ballo dei Blu L'Azard.