occitan

Una mazurca, una ninna-nanna ma, soprattutto, una bella poesia dei Nadau, storico gruppo occitano della regione del Béarn.

Drom, anjolina, drom, berojina, la nueit se carga de tant de sauneis.

Boha candèla, aluga estèla, sarra’m lo dit e cluqueja los uelhs.

Qu'as un papà, un papà de musica, marchand de calicas, un drin hòu,

Que't pòt pintrar una maison blua, o pausar la lua sul linçòu.

Que seràs, tu? Princessa o aulhèra, montanha o ribèra, còr de cap,

D'ont seràs tu? Quin averàs l'ombra? D'aicí o deu monde? En libertat ...

GIULIETTA

Dormi angioletto, dormi, mia bella, la notte si carica di tanti sogni.

Soffia candela, accendi stella, stringi il mio dito e chiudi gli occhi.

Hai un papà, un papà musicista, mercante di allegria, un po' matto,

Che ti può dipingere una casa di blu, o posare la luna sul tuo lenzuolo.

Cosa diventerai, tu? Principessa o pastorella, montagna o valle, il cuore prima di tutto.

Di dove sarai? Come sarà la tua ombra? Di qui o del mondo? In libertà …