franco-provenzale

Polca ispirata ad una fiaba di magia documentata nella Valle di Viù dalla ricerca degli anni settanta di Donatella Cane e pubblicata in “Favole e leggende della Valle di Viù”. E' interessante notare che le “tre masche” a volte sono chiamate “tre madri” e che proprio a Viù è stato ritrovato un grande masso (oggi esposto presso il parcheggio), datato al III-II sec. a.C., sul quale sono rappresentate in bassorilievo tre figure femminili con le braccia rialzate e tra loro unite (danzano?), testimonianza degli arcaici culti legati alla terra e alle “Matrone”. Dietro alla figura delle masche a volte è possibile intravedere frammenti delle culture che ci hanno preceduto e le loro divinità.


An bòt a i avet / trai masquë cou / stazoun an pouinta / d' ina mountanhi granda é scura.

Coun ‘na fìi / coun ‘na fìi tan bela / cou li dizoun / Maria, Maria Béla

...

Tuiti li bo / cou tournavou a ca / per mountà su lai / lë masquë ou braiavou:

Maria Béla / tira ju al touë troessë bélë / tira su 'l touë / mari, mari vieië

...

E Maria / a tapàvë ju / 'l sou bélë troessë é poi / a tiràve su 'l trai masquë.

An beou jouorn / an prinsi cou / i alàve a chassi ou s’à / trouvà per lài é ou i à dit

Speta mòi / can que ‘l masquë ou calou ju / i provou co mòi / 'd chamà, chamà la béla

...

É paroi / ou i à fait / partiië 'l masquë qui ou sa / butà a braìa

Maria Béla / tira ju al touë troessë bélë / tira su 'l touë / mari, mari vieië

...

Maria a i à tapà / ju 'l troessë / ma aou post dël masquë / a i à tirà su 'l prinsi

É lou prinsi / stupì 'd ve ‘na fìi si bèla / l'à pourtài / vià, vià coun quiou

...

MARIA BELLA

Una volta c'erano tre masche che vivevano sulla cima di una montagna grande e scura.

Con una ragazza, con una ragazza tanto bella che tutti dicevano Maria bella.

Tutte le volte che tornavano a casa per salire lassù le masche gridavano:

Maria bella, tira giù le tue trecce belle, tira su le tue madri vecchie.

E Maria tirava giù le sue belle trecce e poi tirava su le tre masche.

Un bel giorno, un principe che andava a caccia, si è trovato nei dintorni e ha detto:

Aspetta un po' (lett.: spetta me), quando le masche scendono giù provo anch'io a chiamare la bella.

E così lui ha fatto, partite le masche lui si è messo a gridare:

Maria bella, tira giù le tue trecce belle, tira su le tue madri vecchie.

Maria ha buttato giù le trecce ma al posto delle masche ha tirato su il principe.

E il principe stupito di vedere una ragazza così bella l'ha portata via con lui.