La storia del ghiaccio a Salbertrand

Nel rileggere la storia dei decenni di fine Ottocento e primi del Novecento risulta evidente che il sorgere di nuove industrie diede l’avvio a grandi mutamenti nello stile di vita dell’uomo. La relativa stabilità politica europea del periodo favorì anche nel nostro paese il miglioramento delle condizioni di vita e permise di dedicare tempo libero alla cultura e allo sport. Il mutamento dello stile di vita creò la necessità di trovare un sistema economico e di pratico utilizzo per la conservazione delle derrate alimentari, carni e verdure in primo luogo, nonché di aiuto alla medicina per lo studio di nuovi farmaci e per la cura di svariate malattie: il “Freddo”.

‘N turnan arliȓë bu ‘n sartën ëntiȓē l’ëstuāȓä dla darieȓa dezèina d’àn, du iösën e l’intrà du nousën nu cumprenën melh ké ‘n muntan ‘n cüchun d’üzina nuvëlla l’à dunà l’àndiu a chinjā la cutümma dla jën. La runnha tra la puisansa dl’Euròppa la-z-èȓän ‘n pou tranclizà e paȓi umën pär kellu dla villa l’à ënchaminà ‘l bè tën d’anā fā lä prumënaddä, liȓë ‘l jurnal, ‘l libbrë e oughèiȓë lu muiën pär pughèiȓë achtā ‘d carën ‘d melhë. Se lä manheȓä ‘d viuȓë i chinjavä au melhë lä s’ī mai arcuneisǜ k’lä vëntavä a charchā ‘d carën k’lä sërvés pär leisā pā anā tan ‘d bütin da mijā ‘n maluȓä e mai pär s’ajuā au mitsìn a fä ‘d mitsìna nuvëlla k’lä fùssan patan chaȓä e bun da inubrā: “La Frei”.