Portal d’Occitània    Letteratura occitana

invia mail   print document in pdf format

Giacomo Bellone - Poesias

I mostri con le bocche di ferro

Lhi mostros con lhi caçuls

di Giacomo Bellone

I mostri con le bocche di ferro
italiano È arrivato il Re,
è arrivato il Re
e facevano a gomitate per andare al Ponte Nuovo
a vedere il mostro mai visto
con la bocca grossa grossa
che faceva lo scavo
per il palazzo del Re birbone.
A forza di togliere terra
e di mettere cemento e mattoni
è uscito fuori un bel palazzone.
E il Re passava per la piazza
ossequiato da coloro che contano
(noi che non contavamo niente
sbirciavamo da sotto i portici).
Per ricompensare le riverenze
il Re, che non era fesso,
ha insegnato a quelli che contano
come farsi ossequiare
(e a quelli che non contano
come bisogna ossequiare).
Dopo pochi mesi,
forse non ci crederete,
Limone era pieno zeppo
di mostri con le bocche di ferro.
Sono arrivati i Re
sono arrivati i Re.
i fessi sono andati a vedere,
i furbi li hanno ossequiati
ed è per questo che oggi
Limone è pieno di Re.
La storia sarebbe finita
ma voglio raccontarne ancora un pezzo.
Limone è pieno di Re,
Limone è pieno di Re.
Oh! che bello Limone è pieno di Re
ma non c'è più gente che guarda
nascosta sotto i portici,
son tutti in piazza ad urlare:
vogliamo ingrandire le nostre case!
P.S. Sono andato dal tabaccaio
ho comprato due cartoline
le ho inquadrate con rispetto,
volete sapere perché?
perché domani arrivano altri Re.
occitan La lhi es arribat lo Re,
la lhi es arribat lo Re
e qui polia corria sal Pont Nau
a veire lo mostro mai vist
con lo caçul gròs gròs
qu'al fasia la tampa
per lo palaç dal Re balòs.
A fòrça de gavar tèrra
e de butar d' ciment e d'mons
la lhi es naissut un bèl palasion.
E lo Re passava per plaça
riverit da quilh que còmpton
(nosautri que comptam nint
gardiam da dessot lhi pòrtics).
Per repagar las riverenças
lo Re, qu'al era nint fòl,
al a mostrat a quilh que còmpton
'scó far-se riverir
(e a quilh que còmpton nint
'scó venta riverir).
Après de pòqui mes,
vosautri lhi creietz nint,
Limon al era esternit
de mostros con lhi caçuls.
La lhi es arribat lhi Re,
la lhi es arribat lhi Re.
Lhi nhòcs son anats a veire,
lhi furbs lhi an riverits
e l'es per aquò qu'encuei
Limon l'es plen de Re.
L'estòria ilh seria finia,
mas vuelh encara contar-ne un tòc.
Limon l'es plen de Re,
Limon l'es plen de Re.
Òh! que bèl, Limon l'es plen de Re,
mas la lhi a pus de gent que gardon estremats
darrer di pòrtics
ilh son tuts en plaça que crion:
volem auçar aquò nòstre!
P.S. Sei anat dal tabaquin,
ai chatat doas cartolinas,
las ai enquadraas con respèct,
voletz saber perqué?
perqué deman la lhi arriba d'autri Re.