Portal d’Occitània    Letteratura occitana

Augusta Gleise

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
Nella conca di Bardonecchia, dopo i lavori sulla parlata di Rochemolles effettuati da Angelo Masset, si sviluppa una letteratura occitana al femminile grazie al lavoro della maestra Augusta Gleise e al suo amore per il Comune, dove nei primi anni Settanta è stata amministratrice, e grazie ...

Augusta Gleise - L’ē urë ‘d sëmnā

L’ē urë ‘d sëmnā

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
italiano La semina Il campo era già stato concimato e arato in primavera; ora si doveva seminare come si deve. Si seminava la segala i tre ultimi giorni d’agosto e i primi tre di settembre. Noi arrivavamo nel campo con il cassone carico con...
occitan Ël cian u l’èrë giò ità bien fëmà e sulvà ‘d primmë; iöir lë s’düvìë sëmnā cumm&...

Augusta Gleise - L’ō

L’ō

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
italiano L’orto Ogni famiglia aveva l’orto vicino a casa, per potersi servire della verdura necessaria per la minestra e per l’insalata. In primavera si seminava: l’insalata, le carote, le barbabietole rosse, gli zucchini, le coste, i fagiolini, i piselli, il prezzemolo,...
occitan Ciak fämilhë avië sun ō pre ‘d mezun, për pughèi s’ servī dlä verdürë për lä suppë e për lä säraddë. &...

Auguste Gleise - La lünëtta ‘d Madamë Minietti

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
italiano Gli occhiali della Signora Minietti Si racconta che in un paese, c’era solo un uomo (che noi chiameremo Giuseppe) che non sapeva leggere: aveva avuto una grave malattia da piccolo e non era molto furbo. “ Dovete andare dalla Signora Minietti” lo beffeggiavano i m...

Augusta Gleise - S’demarìa

S’demarìa

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
italiano Smaritarsi Due sposi erano stufi di stare insieme, allora si son detti: “Andiamo dal parroco, come ci ha maritati ci può smaritare”. Dopo aver ascoltato la cosa, il curato li ha fatti inginocchiare davanti all’altare e con un bastone ha cominciato a picc...
occitan Dū z epū i l’éran sàule d’itā änsën, älurë i s’sun dì: “Änën dä Musü ‘l Cürà, cummë u nuz...

Augusta Gleise - Notrë Päī

Notrë Päī

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
italiano Il nostro paese Una bella corona di montagne le guglie di Mezzodì e la Rossa la Valle Stretta da una parte e, più in basso, Melezet e Les Arnauds con le loro belle Chiese; dall’altra parte: la catena dei Magi le Bernauda e P...
occitan Inë bellë curonë ‘d muntannha: laz agülha ‘d Megiū e lä Ruië, lä Val Etrèitë d’ün cairë e plü bā M&...

Augusta Gleise - Notra Muntannha

Notra Muntannha

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
italiano Le nostre montagne Salendo da Susa, quando arrivo a Serre la Voute, vedo davanti a me, le più belle montagne della nostra Valle; lo Chaberton e, dopo una curva, la punta del Rocciamelone e mi dico: “Sono a casa”. Quando ritorno a ...
occitan Ën muntan dä Söizë, cant’ aribbu u Ser d’ la Voutë, ä vèiu dran mì, la plu bella muntannha d’nolrë Valéë; ...

Augusta Gleise - A sìu médonnë!

A sìu médonnë!

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
italiano Sono bisnonna! Si è vero sono “bisnonna”! Ho un piccolo Tommaso! quando mi guarda sembra domandarmi: “ Chi sei? Che cosa fai?” E, dopo un momento, mi sorride e vuole baciarmi. Ha quasi quattordici mesi, sono felice di v...
occitan Uèi, l’ē vrā a sìu “médonnë”! A l’èi in pcì Tumà! cant’u m’ bèikë u semblë m’ ...

Augusta Gleise - Lu libre pretā

Lu libre pretā

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
italiano I libri in prestito Avevo bisogno di consultare un libro sul Manzoni per un lavoro della scuola. Sapevo che il signor Rossi l’aveva nella sua biblioteca e allora sono andato a trovarlo. Il signor Rossi è un tipo piuttosto difficile e scontroso, perciò l’ho aff...
occitan A l’avìu bëzun ëd vèi in libbrë sü Manzoni për in travà dl’ecorë. Savìu kë Musü Rossi u l’avìë din ...

Augusta Gleise - Ël Curbà e ‘l Renā

Ël Curbà e ‘l Renā

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
italiano Il Corvo e la Volpe Compare Corvo, appollaiato sul ramo di un vecchio melo, tiene nel becco un bel pezzo di formaggio. Comare Volpe, attirata dal profumo, gli rivolge pressappoco questo discorso: “Oh, buongiorno signor Corvo! Come siete carino, come mi apparite bello! Se l...
occitan L’unclë Curbà, sü lä brancë ‘d in vö pumië, u tën din sun bek in bé bucun ëd tummë. L’unclë Renā, tirà...

Simona Heoud

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
Simona Giuseppina Heoud in De Liso (1922-2007) nata a Millaures, frazione di Bardonecchia, ma da un’annotazione anagrafica risulta nata a Marsiglia dove la famiglia è temporaneamente emigrata per lavoro. Per alcuni anni presta servizio presso la contessa Dal Verme a Borgo Vecchio di ...

Simona Heoud - La menägera duz Öru

La menägera duz Öru

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
italiano Le massaie di Horres Quando il sole tramontava, le massaie arrivavano e tutti i camini fumavano. Quei pochi rametti facevano un bel fumo blu. Come era bello il mio “ Öru ” quando tutti i camini davano segno di vita. E...
occitan Can ël suré cugiavë, la menägera äribàvan e tu lu furniòu i fümavan. Clu düstrèi ecòze i fäzìan ...

Simona Heoud - Mezun duz Öru

Mezun duz Öru

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
italiano Casa degli Horres Casetta mia, casetta mia, mai nella vita (per nessun motivo) ti avrei lasciata eppure me ne sono andata. Sono lontana dalla tua soglia ma i miei occhi sono lassù. Casetta mia sola sei rimasta; il tuo comignolo non...
occitan Mezunëttë mië, mezunëttë mië giamài ‘dlä vië ä t’urìu lesà e pür ä mën sìu &aum...

Graziella Vachet

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
occitan Graziella Vachet in Falco (1939-), bardonecchiese, abbandona gli studi classici per dedicarsi alla famiglia e aiutare il marito nel negozio di parrucchiere. Quando i figli crescono e si sposano, come riporta lei stessa: “Incomincia a scrivere per riempire il grande vuoto dell’anima in...

Graziella Vachet - La Flu Alpin

La Flu Alpin

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
italiano La Stella Alpina Sulle rocce più alte è caduta una stella, aggrappandosi ad una zolla, per il freddo tremava; nevischiava lassù e l’aria gelida soffiava. Un gentile folletto all’aere ordinava una neve tut...
occitan Su la roccia plu-z-äutä i l’ë cheuite in etèrë, s’atrapàn a-z-un gazūn ‘ d la frè i trmuravë: lä muchileā...

Graziella Vachet - Unclë Etiënë (mun päpā gran)

Unclë Etiënë (mun päpā gran)

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
italiano Zio Stefano (Mio Nonno) Non posso dimenticare la tua grande casa alla “Combette” il grosso frassino dove tu, stanco, finivi la giornata, davanti alla porta sempre aperta. Come profumava il fieno maturo nella grangia! Dell&rsq...
occitan Ä poiū pa ésübleā votrë grandë mezun ‘d la “Cumbëtta” ë ël grō frais entë vū fatig...

Graziella Vachet - Lu Gran

Lu Gran

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
italiano I Nonni Alla veglia “In Cima al Villaggio” presso il Castello misterioso che cosa raccontava il vecchio nonno ai bambini, nella calda stalla vicino alle mucche? Quel nonno raccontava la triste storia del “Grosso Gabelliere sci...
occitan Ä lä vëlhà dlä “Simmë dlä Viérë”, prē du Ciatè misteriu kéc u cuntavë ‘ l Gran vö u-z-efa...

Daniela Garibaldo e Adele Allemand

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
Daniela Garibaldo (1955-), torinese, inizia a raccogliere testimonianze sulla vita e sulle attività tradizionali della frazione Millaures di Bardonecchia di dove è originaria la madre, Adele Allemand, «per curiosità e per riscoprire il piacere di ritornare ai bei tempi ...

Daniela Garibaldo e Adele Allemand - Lë giurnà dlë mënagerë

Lë giurnà dlë mënagerë

Èsse soun mèitre - Antologia di scritti occitani dell'Alta Valle Susa
italiano La giornata della mënagerë 336 È il tempo della mietitura. Le spighe dorate della segale, aspettano di essere mietute. Sono alla Brua du Clapìë , e ho già apprestato una bella fila di biche. Il sole si abbassa sulle cime delle montagne: &egrav...
occitan L’ē ‘l tën du messun. Laz epìa i l’an lë curū dl’ōr, ‘ l blà u l’ätën d’esë mesunà. A sì...