Enti in rete L.482/99   

Le feteus d’in cool e le feteus d’arò - XLVII° Concours Cerlogne

Mindzeun è beiveun per le bordzaa de Dzalhoun

Mindzeun è bèveun per le borgate di Giaglione

Tipologia file: testo FRP
Tipologia testo: ricerca scolastica
Grafia testo frp: Genre
Data Pubblicazione: A.S. 2008/2009
Fonte: Le feteus d’in cool e le feteus d’arò - XLVII° Concours Cerlogne
Autore: Scuola Elementare di Giaglione classi III-IV-V
Luogo:
-di provenienza dell'autore frp: Giaglione

franco-provenzale

Lou vintesinc dou mèidou 2002 iot itaiea Dzalhoun la permieřea edisioun de lou tort «  mindzeun è bèiveun per le bourdzaa de Dzalhoun » dezot lou patrocinio dla Quemouna è lou travalh de tot le asociasioun : Pro loco, Muzica, Alpin, AIB è l’Asociasioun Agricola. Iot ourganisase sa féta per faře counhèitre a touit li bél post dou paì è per tasté le specialità dou post.

Lou torto u l’eře de set quilometri, pasan per le bourdza pi beleus e li post artistic pi ampourtan. Li grup acoumpanha da de Dzalhouné ian vì le gourdzeus de la douèiřa, le vinheus de l’avanà, lou vin que da pooc ou l’ot aieu loc DOC, le tsapeleus de le bourdzà, tot ian la lou storia, è apré le pituřeus de Staqueveun, lou museo de arte sacra, è la vista que iot da Dzalhoun.

D'in li post aprestà desu lou percours to trouvaveus da l’aperitiv aou dous, e de talhieu tipic, pařie da godre anque di gueust olire que de lou bèl di post.

Soun antervenu anque li mèitre de le atività dou post per fař counhèitersé è reundre pi anteřesan lou tort.

Ina manifestasioun que lh’ ot guestà bien, aloura se souèindze de countinué. Onhi an lou percors ou tsèindze pařie da pa souléli vizitatou, aieun deloun carcareun da vé !

La féta lhet publicà desù lou sito de la quemuna è lhe vien deloun pi grosa.Sèicol la parteunse 2008 lheře devan la sede de lh’Alpin, man man que arivave ledzeun se fourmave de grup avé sa guida preust per la parteunse.

Iot vizitase li post pi carateristic, deloun avé li post per tasté.

Lou dèidzun de matin a pan è toumò è apré d’in tot lou tort iot tastasé lou mindzé dou paì, li dous tipic è manque pà lou boun vin de Dzalhoun. In post ou l’et acoumpanhà da lou soun de in grup be dzuveun muzican.

De vepro iot balase avé li rigoudoun è le couřeunteus Francoprovensal.

italiano

Il 25 agosto 2002 si è svolta a Giaglione la prima edizione della passeggiata enogastonomica “Mindzeun è beiveun per le bordzà de Dzalhoun” patrocinata dal Comune e organizzata da tutte le associazioni di Giaglione: la Pro Loco, la Banda Musicale, il Gruppo degli Alpini, il Gruppo A.I.B. e l’Associazione Agricola. I motivi per cui è stata ideata questa “festa” erano di far conoscere le bellezze artistiche e naturali di Giaglione e di offrire l’opportunità di gustare alcune tipiche specialità enogastronomiche e i prodotti locali. La passeggiata si è svolta su un percorso di circa 7 km, toccando tutte le borgate del paese nei punti di maggior interesse artistico, storico e paesaggistico. I gruppi di visitatori, accompagnati sul percorso da guide locali, hanno avuto modo di ammirare il magnifico scenario delle gorge sulla Dora, dei vigneti dai quali si produce l’Avanà, il vino che recentemente ha ottenuto la denominazione di origine controllata, le cappelle delle varie borgate, ognuna delle quali ha una sua storia, gli splendidi affreschi della cappella di Santo Stefano, il Museo Diocesano di arte sacra, il bellissimo scenario dell’intera Valle di Susa che si estende a sinistra verso Torino e a destra verso l’alta Valle.

Nei setti posti tappa dislocati lungo il percorso, i visitatori hanno inoltre avuto modo di gustare, dall’aperitivo al dolce, una serie di piatti più o meno tipici unendo così le delizie del palato alla bella passeggiata.

Un ruolo importante è stato svolto dai titolari delle diverse attività economiche presenti in paese i quali, nel promuovere la propria attività, hanno arricchito la manifestazione rendendola ulteriormente gradevole al pubblico intervenuto.

La manifestazione è stata molto apprezzata sia dai turisti sia dai residenti per cui si è deciso di proseguire con questa iniziativa.

Ogni anno il percorso cambia per permettere agli affezionati partecipanti di apprezzare il territorio di Giaglione in ogni suo angolo più nascosto e caratteristico. La festa è pubblicizzata sul sito del Comune, sui giornali locali e con volantini e manifesti. Nel 2008 la passeggiata ha avuto luogo il 24 agosto. Il ritrovo per la partenza era davanti alla sede degli Alpini, presso il parco giochi.

Man mano che arrivavano i partecipanti si formavano i gruppi ai quali era assegnata una guida locale. I gruppi sono stati accompagnati nei luoghi più suggestivi e interessanti del paese: il castello di Menate, la cappella di S. Stefano, la zona del forte, la Chiesa Parrocchiale, le borgate di S. Antonio, di S. Rocco e di S. Giovanni. Il giro iniziato verso le 10.00, si è concluso verso le 16.00. durante il percorso sono previsti dei posti tappa di degustazione.

Si è cominciato con una colazione alla partenza a base di pane, salame e formaggio: proseguendo nei vari posti tappa si è degustato affettati, bruschette, frittatine, antipasti vari, arrosto con patate, formaggi locali e frutta prodotta a Giaglione, dolci tipici preparati dagli organizzatori, i caffè e ottimo vino locale. Alcuni volontari della Banda Musicale collaborano con la Pro Loco. Uno dei posti tappa è, infatti, “assegnato” ai musicanti che allietano la sosta con musiche tradizionali popolari. La giornata si è conclusa in allegria e i partecipanti hanno potuto cimentarsi in ballate francoprovenzali coinvolgenti e divertenti.