Nel 1965, il filologo Ernst Hirsch pubblica un elenco di lemmi in lingua occitana tratti dal Registro dei conti dei Consoli di Sauze di Cesana degli anni 1544-157425 che, avverte, si ritrovano solamente nelle prime tredici pagine del registro non scritte in francese e, dunque, riportati nei primi anni del periodo coperto dal registro. Nel 1987 Charles Maurice, che ha potuto visionare il documento nel 1930 negli archivi di Cesana alla quale Sauze era stata accorpata dal 1928, pubblica una pagina del registro relativa ai conti del 156226, ma si tratta di annotazioni ormai redatte in francese di scarso rilievo. Alcune annotazioni del Maurice in merito agli anni coperti dal registro differiscono rispetto a quelle fornite dall’Hirsch, purtroppo non possono più essere confrontate essendo il documento andato perduto con l’incendio del 1962 che ha devastato il paese. Dall’elenco dell’Hirsch riportiamo alcuni vocaboli che confermano le caratteristiche della scrittura della lingua oc­citana in uso in quel periodo, come rilevate negli altri documenti citati:

uno saumo / uno charjo de vin - una soma/un carico di vino

lo ytable - la stalla

la quitans - la quietanza

dal beal - del canale

invernalho - periodo invernale

lou port - il trasporto

la sivà portà a la Peyrous - l’avena trasportata a Peyrous

lou fit de l’alp - l’affitto del pascolo

lou sallario dal sandic - lo stipendio del sindaco