Portal d’Occitània    Musica e canti d'occitània

invia mail   print document in pdf format

La mia fontana

Ma fonteta

Borrea 3 tempi (danza)- parole e musica di Dario Anghilante

La mia fontana
italiano Al mio paese c’è una fontana
che andare per acqua fa appassionare
A tutti offre senza ricompensa
tanto al povero che al riccone

E’ molto bella e sempre contenta
e tutto il giorno non fa che cantare
Le sue canzoni non si capiscono
ma nella mia borgata vanno tutti ad ascoltarla

Oh! Poveretta la mia fontana
quando inizia a nevicare
Tutti si chiudono nella stalla
aspettando il sereno

Brutto momento è per lei l’inverno
nessuno si avvicina alla sua canzone
La fontana si angoscia di malinconia
per quel arrivederci poco educato

Io me ne frego, dice la fontana
se vogliono bere verranno a patti
Dalla mia ricchezza tutti dipendono
è come l’aria ed il cibo

E la sua canzone ancora più dolce
lei intona nel brutto tempo
E’ un lamento che fa tristezza
ma senza di lei mi sento morire
occitan A mon país i a ‘na fonteta
qu’anar a l’aiga fai envelar
A tuchi dona sens compensa
tòn a lo paure que a lo ricaç

Ilhe es ben jòlia sempre contenta
e tot lo jorn fai que chantar
Las sias chançons s’ capisson ren
Mas dins ma ruaa vòn tuchi a l’auvir

Òi! Maleirosa ma fonteta
cònte la taca charamalhar
Tuchi s’enclavon a la vòuta
en atendònt la serenaa

Marrit moment per ilhe l’uvern
deguns s’apròcha a sa chançon
La fònt s’engossa d’ malinconiá
per aquel arveire ben malprudent

Mi me n’enfoto, di la fonteta
si vòlon beure venren a pats
Da ma richessa tuchi dependon
es coma l’aire e lo minjar

E sa chançon encara mai dòuça
dins lo temps borre vai entonar
Es un lament que fai tristeça
mas sensa ilhe en sento murir