Enti in rete L.482/99   

Una volta era Dormiusa

Un bòt era "Dormiosa"

Roccavione – Val Vermenagna

Una volta era Dormiusa
italiano Roccavione è situato ai piedi delle due valli, Vermenagna e Gesso, il nome del borgo deriva da Rocca Guidonis, uno dei tanti signorotti che aveva preso il comando del paese nel XII secolo. Abitava in un castello, sopra l'antico borgo da dove dominava le due valli e la pianura. Fu distrutto nella battaglia con gli angioini, dove i provenzali vennero sconfitti dall'esercito del Marchesato di Saluzzo nei pressi del fiume Gesso a valle di Roccavione. Il luogo dello scontro è chiamato ciadel, l'origine del toponimo potrebbe arrivare da "chadèl", rumore, caos, tipica situazione di conflitto o da Chiadelli, un nome dato un tempo alle alle chiuse dei navigli sistemate proprio in quella zona.
Alle spalle della pianura si trova la Dormiusa, una montagna divelta dal cementificio, il nome le venne conferito per la sua forma che ricordava una donna addormentata, oggi ci vuole molta fantasia per riscontrare la figura femminile.
Risalendo verso Robilante si trova Rocca Mulera, dove una volta si estraeva la pietra per molare il ferro, un' altra rocca e quella Murina, chiamata così perché un accampamento di mori, di saraceni aveva alloggiato per diversi anni.
Il borgo di Roccavione invece, si divide in due parti, quello più alto, chiamato La Vila, il paese e quello più basso chiamato Plaça, la piazza; la chiesa di Santa Croce, costruita dai sopravvissuti della peste come ringraziamento allo scampato pericolo, segna il confine dei due rioni del paese.
occitan Rocavion es butaa al croseament de doas valadas, la Val Vermenanha e la Val Ges. Son nòm deriva da Rocca Guidonis, un di tanti senhoròt qu'avia comandat lo país ental sècle XII. Dal chastèl sobre lo borg ente vivia, polia dominar las doas valadas e la plana. Lo chastèl es estat destruch dins la batalha contra lhi angioïns que s'es passaa lòng lo Ges, un pauc aval dal vilatge, ente lhi provençals son estats ganhats da l'exèrcit dal Marquesat de Saluces. Encà aüra aquela lueia es dicha lo "Chadèl"; l'origina dal nom poleria venir da chadèl (rumor, confusion, típica situacion de batalha) o da "Chiadelli", un nòm donat na vira a las clusas di naviris, plaçaas pròpi en aquela zòna. A las espatlas de la plana se tròba la Dormiosa, una montanha desbelaa dal cementifici que pren lo nom da sa forma, qu'enavisava aquela d'una frema endurmia. Encuei chal un bèl pauc de fantasia per veire aquò.
Remontant vèrs Robilant se tròba la Ròca Mulera, ente un bòt se garbava la peira per amolar lo fèrre; un'autra ròca es aquela Morina, sonaa parelh perque un banda de sarrasins (lhi mòros) s'eron acampats aquí per divèrsi ans.
Rocavion es despartia en dui: lo borg aut, dich La Vila, e aquel pus bas, dich Plaça. La gleisa de Santa Crotz, bastia dai sobreviscuts a la pèst coma rengraciament dal pericle escampat, marca lo confin entre lhi dui rions dal país.