Enti in rete L.482/99   

Valdieri - Testimonianças de vita

Enrica Cane

Enrica Cane

Negozio di Andonno

Enrica Cane
italiano Il negozio è qua da tanti anni: c'era già la mamma di mio nonno, intorno al 1920. Poi l'ha preso la sorella di mio nonno. Allora il negozio era sotto, dall'altra parte della strada. Poi l'ha preso mia mamma verso i primi anni '80. Mamma poi è mancata; abbiamo spostato il negozio qui nel 1998 e lo gestisco io. C'è un po' di passaggio la domenica... E' bello il contatto con le persone, con la gente anziana che passa di qua anche per fare due chiacchiere. E' bello il contatto con i bambini, vederli crescere: è bello quando passano di qui, prendono la colazione o la merenda da portare a scuola e ti raccontano dell'esame, delle interrogazioni... Ti raccontano poi com'è andata: si confidano un po', ecco. C'è ancora un po' di lavoro e spero di poter continuare per qualche anno: è un lavoro che mi piace, mi piace questo incontro quotidiano con la gente. Spero che continui ad esserci gente e che i giovani che si sposano non vadano via ma mettano su casa ad Andonno o nelle vicinanze.
Sono tanti anni che non vado in ferie; sono anni che non chiudo il negozio. Quando c'era ancora mia mamma era possibile: ci si alternava in negozio; da quando non c'è più lei non ho più chiuso: mi spiacerebbe per la gente che non ha la comodità della macchina, che deve farsi aiutare da altre persone o farsi fare le commissioni altrove...
Il lavoro mi piace; il contatto con le persone, qui ad Andonno, è facile e piacevole. Si può parlare con tutti, anche di cose personali, sono persone brave.
occitan Lo negòci es aicí da tanti ans. Lhi avia já la maire de mon pairsier, d'entorn al 1920. Puei l'a pilhat la sòrre de mon che. Enlora lo negocí era dessot, da l'autre cant de la via. Vèrs lhi premiers ans '80 es passat a ma maire. Puei ma maire es mancaa, ental 1998 avem meirat aicí lo negòci e lo gestisso mi. Lhi a un pauc de passatge la diamenja... Es bèl lo contact embe la gent, embe lhi ancians que passon d'aquí decò per chacharar un pauc. Es bèl lo contact embe las mainaas, lhi veire venir grands; es bèl quora passon d'aquí, prenon lo disnar o la merenda da portar a l'escòla e te conton de l'exam, de las interrogacions... Te conton coma es anaa: se confidon un pauc. De trabalh n'a encà pro e espero de poler anar anant per qualque an: es un trabalh que me plai, m'agrada aquel encòntre quotidian embe la gent. Espero que ne'n contínue a èsser e que lhi joves que se marion quiten pas lo país, mas monten maison a Andòn o pr'aquí a l'entorn.
Fai un pauc d'ans que vau pas en fèrias, que serro pas lo negòci. Quora lhi avia encà ma maire aquò era possible, un s'alternava en negòci, mas da quora ilhe es pus ai pas pus serrat: m'engravaria per la gent qu'a pas la comoditat de la màquina, que deu far-se ajuar da d'autras personas o far-se chatar la ròba d'autri cants...
Lo trabalh me plai; lo contact embe la gent, aicí a Andòn, es bèl far e plasent. Se pòl devisar embe tuchi, bèla de còsas personalas, es de brava gent.

Enrica Cane

Enrica Cane

Negozio di Andonno

Enrica Cane
italiano Il negozio è qua da tanti anni: c'era già la mamma di mio nonno, intorno al 1920. Poi l'ha preso la sorella di mio nonno. Allora il negozio era sotto, dall'altra parte della strada. Poi l'ha preso mia mamma verso i primi anni '80. Mamma poi è mancata; abbiamo spostato il negozio qui nel 1998 e lo gestisco io. C'è un po' di passaggio la domenica... E' bello il contatto con le persone, con la gente anziana che passa di qua anche per fare due chiacchiere. E' bello il contatto con i bambini, vederli crescere: è bello quando passano di qui, prendono la colazione o la merenda da portare a scuola e ti raccontano dell'esame, delle interrogazioni... Ti raccontano poi com'è andata: si confidano un po', ecco. C'è ancora un po' di lavoro e spero di poter continuare per qualche anno: è un lavoro che mi piace, mi piace questo incontro quotidiano con la gente. Spero che continui ad esserci gente e che i giovani che si sposano non vadano via ma mettano su casa ad Andonno o nelle vicinanze.
Sono tanti anni che non vado in ferie; sono anni che non chiudo il negozio. Quando c'era ancora mia mamma era possibile: ci si alternava in negozio; da quando non c'è più lei non ho più chiuso: mi spiacerebbe per la gente che non ha la comodità della macchina, che deve farsi aiutare da altre persone o farsi fare le commissioni altrove...
Il lavoro mi piace; il contatto con le persone, qui ad Andonno, è facile e piacevole. Si può parlare con tutti, anche di cose personali, sono persone brave.
occitan Lo negòci es aicí da tanti ans. Lhi avia já la maire de mon pairsier, d'entorn al 1920. Puei l'a pilhat la sòrre de mon che. Enlora lo negocí era dessot, da l'autre cant de la via. Vèrs lhi premiers ans '80 es passat a ma maire. Puei ma maire es mancaa, ental 1998 avem meirat aicí lo negòci e lo gestisso mi. Lhi a un pauc de passatge la diamenja... Es bèl lo contact embe la gent, embe lhi ancians que passon d'aquí decò per chacharar un pauc. Es bèl lo contact embe las mainaas, lhi veire venir grands; es bèl quora passon d'aquí, prenon lo disnar o la merenda da portar a l'escòla e te conton de l'exam, de las interrogacions... Te conton coma es anaa: se confidon un pauc. De trabalh n'a encà pro e espero de poler anar anant per qualque an: es un trabalh que me plai, m'agrada aquel encòntre quotidian embe la gent. Espero que ne'n contínue a èsser e que lhi joves que se marion quiten pas lo país, mas monten maison a Andòn o pr'aquí a l'entorn.
Fai un pauc d'ans que vau pas en fèrias, que serro pas lo negòci. Quora lhi avia encà ma maire aquò era possible, un s'alternava en negòci, mas da quora ilhe es pus ai pas pus serrat: m'engravaria per la gent qu'a pas la comoditat de la màquina, que deu far-se ajuar da d'autras personas o far-se chatar la ròba d'autri cants...
Lo trabalh me plai; lo contact embe la gent, aicí a Andòn, es bèl far e plasent. Se pòl devisar embe tuchi, bèla de còsas personalas, es de brava gent.