Enti in rete L.482/99   

Valdieri - Testimonianças de vita

Lorena e Lorenzo Brustolon

Lorena e Lorenzo Brustolon

Fratelli che gestiscono il Bar Sport a Valdieri

Lorena e Lorenzo Brustolon
italiano Io e mio fratello Lorenzo siamo i gestori del bar Sport. Siamo di origine veneta: i miei genitori arrivano dalla lontana provincia di Belluno e sono venuti qua per la costruzione della diga dell'Enel. Noi abbiamo fatto le scuole qui a Valdieri: prima le elementari, poi le medie... C'erano tanti bambini: figurati che nella mia prima classe eravamo in 15, solo di Valdieri. Poi io mi sono sposata giovanissima, avevo ventun anni, e sono andata ad abitare a Cuneo. Mio fratello, un bel giorno, mi dice: perché non prendiamo un bar?
In questi 15 anni siamo maturati anche da un punto di vista professionale: con l'esperienza uno capisce e impara molte cose, come ad aver pazienza con la gente, perché ci vuole anche quella.
Forse siamo rimasti un po' pochi, l'unica cosa negativa che c'è. Il resto va tutto bene. A Valdieri c'è tutto: se vuoi fare sport ci sono le associazioni sportive, c'è il centro lettura... C'è tutto.
Crediamo talmente in questo paese che quest'anno abbiamo deciso di rimodernare il bar all'interno: l'abbiamo abbellito, ridato la tinta, rifatto il bancone.. perché un po' di novità, un po' di allegria fa bene al nostro umore, al nostro spirito, alla gente che entra dentro. Penso che la mia vita continuerà qua: ci credo, non posso fare a meno di crederci perché ormai questa è la mia vita. E poi, chi lo sa? Ho due figlie, chi lo sa che una delle due prenderà il mio posto un domani...

occitan Quié e mon fraire Lorenç fasem anar lo bar Sport. Nòstra origina es véneta: mi grands arribaven da la província de Belluno e son venguts per la contruccion dal barratge de l'Enel. Nosautri avem fach totas las escòlas aicí a Vaudier, las elementars e las médias Enlora de mainaas lhi n'avia; fa-te compt que masque a Vaudier en premiera classa eriam en 15. Après me siu mariaa ben jove, aviu vint-e-un ans e siu anaa estar a Coni. Mon fraire un bèl jorn me fai: «perque durbem pas un bar?»
Son passats 15 ans e sem melhorats decò professionalment; embe lo temp s'emparon un baron de causas com aquela d'aver paciença embe la gent; lhi ne'n vai un baron.
Sem pus gaire al país, aquò es negatiu. Per la resta vai pas mal. A Vaudier manca pas ren: se vòs far d'espòrt lhi a d'associacions pr'aquò far, lhi a lo centre de lectura... Lhi a de tot.
Lhi tenem talament al país que aquest'an avem decidat de rimodernar lo dedins dal bar: l'avem fach pus bèl, na nòva tinta, un bancon nòu... na brisa de novitat que fai alegria e de ben al moral nòstre e de la clientèla. Penso que ma vita anarè anant aicí, lhi creo perque ma vita es aicí. Après, vai a saber!
Ai doas filhas, pòl èsser que una d'las doas un jorn releve mon pòst.

Lorena e Lorenzo Brustolon

Lorena e Lorenzo Brustolon

Fratelli che gestiscono il Bar Sport a Valdieri

Lorena e Lorenzo Brustolon
italiano Io e mio fratello Lorenzo siamo i gestori del bar Sport. Siamo di origine veneta: i miei genitori arrivano dalla lontana provincia di Belluno e sono venuti qua per la costruzione della diga dell'Enel. Noi abbiamo fatto le scuole qui a Valdieri: prima le elementari, poi le medie... C'erano tanti bambini: figurati che nella mia prima classe eravamo in 15, solo di Valdieri. Poi io mi sono sposata giovanissima, avevo ventun anni, e sono andata ad abitare a Cuneo. Mio fratello, un bel giorno, mi dice: perché non prendiamo un bar?
In questi 15 anni siamo maturati anche da un punto di vista professionale: con l'esperienza uno capisce e impara molte cose, come ad aver pazienza con la gente, perché ci vuole anche quella.
Forse siamo rimasti un po' pochi, l'unica cosa negativa che c'è. Il resto va tutto bene. A Valdieri c'è tutto: se vuoi fare sport ci sono le associazioni sportive, c'è il centro lettura... C'è tutto.
Crediamo talmente in questo paese che quest'anno abbiamo deciso di rimodernare il bar all'interno: l'abbiamo abbellito, ridato la tinta, rifatto il bancone.. perché un po' di novità, un po' di allegria fa bene al nostro umore, al nostro spirito, alla gente che entra dentro. Penso che la mia vita continuerà qua: ci credo, non posso fare a meno di crederci perché ormai questa è la mia vita. E poi, chi lo sa? Ho due figlie, chi lo sa che una delle due prenderà il mio posto un domani...

occitan Quié e mon fraire Lorenç fasem anar lo bar Sport. Nòstra origina es véneta: mi grands arribaven da la província de Belluno e son venguts per la contruccion dal barratge de l'Enel. Nosautri avem fach totas las escòlas aicí a Vaudier, las elementars e las médias Enlora de mainaas lhi n'avia; fa-te compt que masque a Vaudier en premiera classa eriam en 15. Après me siu mariaa ben jove, aviu vint-e-un ans e siu anaa estar a Coni. Mon fraire un bèl jorn me fai: «perque durbem pas un bar?»
Son passats 15 ans e sem melhorats decò professionalment; embe lo temp s'emparon un baron de causas com aquela d'aver paciença embe la gent; lhi ne'n vai un baron.
Sem pus gaire al país, aquò es negatiu. Per la resta vai pas mal. A Vaudier manca pas ren: se vòs far d'espòrt lhi a d'associacions pr'aquò far, lhi a lo centre de lectura... Lhi a de tot.
Lhi tenem talament al país que aquest'an avem decidat de rimodernar lo dedins dal bar: l'avem fach pus bèl, na nòva tinta, un bancon nòu... na brisa de novitat que fai alegria e de ben al moral nòstre e de la clientèla. Penso que ma vita anarè anant aicí, lhi creo perque ma vita es aicí. Après, vai a saber!
Ai doas filhas, pòl èsser que una d'las doas un jorn releve mon pòst.