Portal d’Occitània    Valli Occitane d'Italia

invia mail   print document in pdf format

Il grano saraceno

Lo formentin

Tratto da: "Agend'òc" agenda celebrativa del Ventennale dell'IPSSAR "G.Donadio" di Dronero, traduzioni a cura di Gianna Bianco-Chambra d'òc

Il grano saraceno
italiano Originario dell’Asia,fu introdotto in Europa attraverso la Russia nel medioevo,mentre in Europa si limita ad alcune zone della Francia e della Germania.
Ha radici poco sviluppate, fusto cilindrico di colore rosso-verdognolo, con foglie alterne e dai fiori bianco-rosei o verdastri.
È altamente competitivo con qualsiasi altra pianta e resiste particolarmente bene alle basse temperature e alla siccità prolungata.
Particolarmente adatto alle stagioni fredde data la sua capacità riscaldante, può però essere usato anche in estate per preparare gustose insalate.
Possiede oltre alle sue proprietà la capacità di fornire energia e vigor fisico, cosa che lo rende particolarmente adatto nella convalescenza, nella gestazione e per gli anziani; aiuta ad eliminare dall’ organismo i liquidi in eccesso ed ha una notevole azione rivitalizzante su reni e cuore.
occitan Originari de l’Àsia, al es arribat en Euròpa a travèrs la Rússia  dins l’etat mesana, dins de zònas de la França e de l’Alemanha.
Al a gaire de raïtz, un fust a cilindre de color rós-verdolin, bo de fuelhas alternaas e de floretas que donon sal blanc-ròsa o sal vèrd..
Al resist ben lo freid e decò l’eissuchina.
Al vai ben l’uvèrn per sa proprietat de raschaudar mas es decò utilizat l’istat per de bònas salatas.
Al dona energia e donca es conselhat dins la convalescença, la gestacion, e per lhi vielhs; ajua l’organisme a eliminar lhi liquids e revitaliza lhi rens e lo còr.

Condividi